Bavette con carciofi, bottarga e besciamella allo zafferano.

IMG_6522

Signore e signori, amanti della cucina e non, oggi  vi presento un primo piatto della recente tradizione della mia Sardegna, con una mia piccola rivisitazione. Sicuramente un piatto facile veloce, ma di grande effetto e sapore.

Ingredienti:

  • pasta tipo bavette;
  • carciofi tipo spinoso sardo;
  • uno scalogno;
  • aglio;
  • coriandolo;
  • bottarga di muggine;
  •  limone;
  • zafferano;
  • 50 g. burro;
  • 500 ml. di latte intero,
  • 50 g. farina.

IMG_6520

Procedimento:

Iniziare mondando i carciofi, eliminando le foglie più esterne fino ad arrivare a quelle più morbide a questo punto con un coltello eliminare semplicemente le punte, dividere il carciofo a metà ed eliminare la paglietta nel cuore. Non si butta nulla, quindi pulite anche il gambo dalla parte legnosa superficiale; tagliate il carciofo e lo scalogno in fettine molto sottili e fateli cuocere nel olio caldo precedentemente insaporito con l’aglio in camicia, fino a quando il carciofo non risulterà morbido ma non sciupato.

A questo punto iniziate preparando la besciamella. In un pentolino lasciate fondere il burro, unite la farina e mescolate con la frusta per evitare la formazione di grumi; versate ora il latte tutto in una volta e freddo, continuando a mescolare fino a quando non inizierà a bollire. Aggiustare di sale e aggiungere lo zafferano, coprire e lasciare cuocere a fuoco lento, mescolando ogni tanto fino a quando la salsa non apparirà del tutto densa e vellutata. La consistenza non dev’essere del tutto densa, in quanto dovremmo usare la besciamelle per mantecare la pasta, quindi se vi uscirà troppo soda aggiungete altro latte.

Tagliare la bottarga in fettine molto sottili. Scolare la pasta e aggiungerla i carciofi, mantecare sempre fuori dal fuoco quindi tutti gli ingredienti devono essere ben caldi, aggiungere la besciamella poco alla volta fermandovi a vostro piacimento, a questo punto aggiungete anche la bottarga. Il piatto a questo punto è finito pronto da servire, spolverate un po’ di coriandolo e la scorza del limone sul piatto da servire.

IMG_6447

buon appetito e alla prossima🙂

un bacio, Franci!

Frolla al cioccolato e meringa.

IMG_6901

Oggi vi propongo una delle basi della pasticceria più utilizzata nella nostra nazione, la pasta frolla. Una ricetta facilissima ma che fa sempre una buonissima figura 😉

Un impasto formato da farina, zucchero, burro, tuorli e aromi; dove la somma del peso dello zucchero e del burro dev’essere equivalente al peso della farina. Il burro è l’unico ingrediente che può variare di percentuale, dev’essere sempre freddo di frigorifero e bisogna stare attenti a non scaldarlo con le mani perchè rende l’impasto friabile ed elastico.

Ovviamente di ricette ne esistono diverse, quella che vi propongo oggi io è una frolla al cioccolato ripiena di una crema al cioccolato e decorata con una meringa all’arancia.

Ingredienti per la frolla: 

  • 100 g. di burro freddo dal frigo tagliato a cubetti;
  • 200 g. di zucchero di canna;
  • 250 g. di farina;
  • 50 g. di cacao amaro in polvere;
  • 1 tuorlo d’uovo temperatura ambiente;
  • mezza bustina di lievito vanigliato per dolci,
  • la scorza grattugiata di un’arancia.

Ingredienti per la crema:

  • 5 tuorli;
  • 100 g. di zucchero;
  • 30 g. di maizena;
  • 500 ml. di latte,
  • 90 g. di cioccolato fondente.

Ingredienti per la meringa cruda da gratinare:

  • 150 g. di albumi;
  • 100 g. di zucchero;
  • qualche goccia di succo di limone;
  • la scorza grattugiata di due arance;
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo,
  • 1 pizzico di sale.

Procedimento: 

Iniziamo preparando la frolla poiché dovrà riposare almeno una mezz’ora. Unite la farina, il cacao, lo zucchero, un pizzico di sale, il lievito e la scorza amalgamando bene il tutto. Formare la fontana al centro e unirvi il burro e il tuorlo; iniziate a impastare usando solo i polpastrelli, solo all’ultimo usate anche il palmo della mano, questo per evitare di scaldare troppo il burro. Se come me decidete di usare lo zucchero di canna, lavoratelo a parte con l’uovo, così facendo si scioglierà prima. A questo punto avvolgete la frolla in un foglio di cellophane e lasciatela riposare.

11024652_1552930911623597_5599028750140210385_n

Per la crema, iniziate riscaldando il latte, in una ciotola a parte frullate le uova con la maizena così da non ottenere grumi in seguito. A questo punto aggiungete un mestolo di latte caldo alla volta, alle uova e mescolate per bene fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Unite il composto al late caldo, rimettete nel fuoco e girate fino ad ottenere la crema; aggiungete il cioccolato e lasciatelo fondere con il caldo della crema.

Preparare la meringa, separando gli albumi dai tuorli e frullarli con lo zucchero semolato, il limone, il sale e la scorza, ottenendo un composto compatto lucido e appiccicoso. Trasferire il tutto in una sacca da pasticcere con un beccuccio dentellato.

A questo punto, che tutti gli ingredienti sono pronti, possiamo iniziare a stendere la frolla e foderare la teglia. Bucate la frolla con una forchetta e ricopritela con un foglio di carta da forno e dei legumi secchi per evitare che si gonfi, e infornatela per 10 minuti a 180°. Dopodiché farcitela con la crema e la meringa (sopra la meringa spargete lo zucchero a velo prima di infornare la torta), e infornatela fin quando la meringa non prenderà colore.

IMG_6893

buon appetito e alla prossima🙂

un bacio, Franci!

Orecchiette con broccoli e gamberetti.

IMG_6308

Ingredienti: 

  • orecchiette pugliesi;
  • broccoli;
  • gamberetti freschi;
  • cipolla;
  • aglio;
  • prezzemolo;
  • yogurt greco;
  • olio extra vergine d’oliva,
  • sale q.b.

Procedimento:

Mondare i broccoli separando il gambo dal fiore, infatti per questa ricetta useremmo solo i fiori. Iniziamo cuocendo prima i broccoli, in una padella ben calda con un cucchiaio di olio e li lasciamo caramellare, quando risulteranno appassiti li togliamo dal fuoco, sempre nella stessa padella calda, dopo aver tolto i broccoli aggiungiamo un filo d’olio, la cipolla e l’aglio in camicia. Quando la cipolla e l’aglio risulteranno dorati aggiungiamo i broccoli per far amalgamare i sapori. Dopo aver pulito i gamberetti, potete scegliere voi se lasciare le teste oppure no, io ho preferito toglierle, uniteli ai broccoli per farli cuocere. Scolare la pasta al dente, finirà di cuocere in padella, aggiungere qualche mestolo di acqua di cottura e farla evaporare. In fine mantecare con lo yogurt greco e il prezzemolo.

buon appetito e alla prossima🙂

un bacio, Franci!

Crema di zucca e salsiccia

IMG_5953

Questo è un piatto che si prepara veramente in pochissimo tempo, anche all’ultimo minuto per chi lavora e non ha abbastanza tempo per stare ai fornelli o per chi semplicemente ha voglia di uscire dalla monotonia del solito pranzo e gustare qualcosa di diverso.

Ma che differenza c’è tra una crema e una vellutata? la crema quella che vi proporrò io, è composta da un solo ingrediente principale, frullato e poi legata da latte, panna o burro; mentre la vellutata è composta da 2 tipi diversi di verdure, frullata e poi legata anche questa con la materia grassa che può essere la panna da cucina o addirittura l’uovo.


Ingredienti per la crema:

  • Zucca;
  • cipolla bianca;
  • la scorza di un arancio;
  • due cucchiai di panna,
  • olio e sale q.b.

Procedimento:IMG_5939

Iniziare con il soffritto di cipolla, lavorando con il tegame ben caldo e facendo rilasciare per primo un po’ di acqua di vegetazione delle cipolle, quando sono appassite aggiungere l’olio e rosolare, a questo punto aggiungere la zucca. Quando la zucca risulterà rosolata, aggiungere l’acqua calda al posto del brodo, questo eviterà  di coprire il sapore dolce della zucca. Come ultimo passaggio salare a vostro piacimento, aggiungere la scorza dell’arancia e la panna, quindi frullare.



Ingredienti per il ragù di salsicia:

  • Salsiccia fresca;
  • una noce di burro,
  • semi di anice.

Procedimento:

Come prima cosa eliminare il budello dalla carne, cuocere quindi con il burro cercando di separare i grumi più grandi aggiungete i semi e lasciate rosolare fino a quando la carne non avrà preso un colorito bruno.


E’ ora di Impiattare…

IMG_5937

buon appetito e alla prossima🙂

un bacio, Franci!

Raviolini di zucchine e salmone.

IMG_5853

Capisci di avere una passione quando la pratichi anche se sei triste, se ti annoi, se sei felice, se hai anche un minuto di tempo libero. Ecco per me cucinare significa questo.

L’altro giorno, dopo il lavoro avevo la serata libera, dopo un riposino rigenerante avevo voglia di cucinare qualcosa di più laborioso e che normalmente non si fa tutti i giorni. Così ho optato per la pasta fresca farcita, per il ripieno ho usato le zucchine anche se non sono di stagione si trovano comunque da per tutto e ho poi abbinato una proteina, il salmone. Zucchina e salmone sono un abbinamento perfetto, dopo i gamberetti ovviamente!


La pasta fresca…

Chi ama la buona cucina e sopratutto chi ama cucinare sa sicuramente come si fa la pasta fresca e la fa almeno una volta al mese, chi invece non l’ha mai fatta, bhe dovrebbe mettersi subito a farla, perchè  è veramente una soddisfazione, il gusto cambia quando si fa qualcosa con le proprie mani.  Ci sono tante varianti a seconda di cosa si vuole fare, quella più usata è sicuramente la pasta all’uovo.

Ingredienti per 30 raviolini circa:

  • 100 gr di di farina;
  • 1 uovo;
  • un pizzico di sale,
  • 2 cucchiai di acqua tiepida.

Procedimento:

Setacciate e disponete la farina a fontana, nel centro aggiungete un pizzico di sale, iniziate a impastare cominciando dall’ interno pian piano incorporate la farina anche dall’esterno, amalgamando per bene tutta la farina disposta nel piano di lavoro; a questo punto che impastare vi risulterà un po’ più difficile potete aggiungere l’acqua e continuate ad impastare fino a quando non avrete ottenuto una pasta liscia e omogenea. A questo punto ricopritela con la pellicola trasparente e lasciatela riposare per 15 minuti circa.

Stendere ora la pasta, in lunghe strisce più o meno come quelle per le lasagne; io ho usato la macchina per stendere la pasta.


Il ripieno…

Nella tradizione della mia famiglia i ravioli sono di ricotta, in versione salata o in versione dolce. Io ho voluto provare qualcosa di nuovo e originale ( almeno credo) e anche molto sfizioso almeno per quanto riguarda i miei gusti, devo dire che ne sono rimasta abbastanza soddisfatta.

Ingredienti:

  • una zucchina verde;
  • salmone affumicato;
  • mezza cipolla,
  • olio e sale.

Procedimento:

Per prima cosa cuocete le zucchine, come metodo di cottura uso la brasatura che esalta i sapori, sopratutto delle verdure come le zucchine che sono molto dolci e scipite. Iniziate quindi facendo scaldare benissimo la padella, nel frattempo tagliare le zucchine a cubetti e la cipolla molto finemente, riporre il trito in una ciotola e condire con olio e sale; quando la padella è abbastanza calda versate le zucchine senza girarle, lasciandole cuocere 2 minuti per lato più o meno, dopo che si è caramellata potete girare per rendere la cottura uniforme. Mentre aspettate che le zucchine si raffreddano, iniziate a tagliare molto finemente il salmone, e unire i due composti.



Formare i raviolini:

IMG_5802 IMG_5811 IMG_5812 IMG_5814


Condire i ravioli con burro e salvie…E il piatto è servito!!!

IMG_5824

buon appetito e alla prossima🙂

un bacio, Franci!

Eggah

Oggi torneremmo indietro nel tempo, un altro pregio del cibo! Non solo ci fa conoscere paesi lontani e culture diverse, ma ci insegna anche la storia, perché anche una semplice frittata, prima di essere chiamata tale ha avuto antenati da altri paesi lontani. Parente lontano dei nostri sformati e delle tortillas spagnole, le Eggahs sono un piatto tipico della tradizione persiana (iran); un tipo di omelette alta e compatta che viene cotta al forno. Il suo nome deriva dall’ingrediente principale, le uova di gallina, anche se nei tempi addietro venivano usate le uova di uccelli selvatici. Le ricette ovviamente possono cambiare a seconda dei gusti, possono essere ben farcite, lisce e aromatizzate solo con delle spezie. Quello che ne verrà fuori è una specie di pizza rustica, che si può mangiare sia calda che fredda. Io con questa ricetta volevo salutare i miei amatissimi fiori di zucca, che ormai sono giunti a termine della loro stagionalità, insaporiti dal prosciutto e dalla mozzarella, adesso vi lascio alla ricetta.

Ingredienti:

  • 8 uova;
  • 10 fiori di zucca;
  • 10 bocconcini di mozzarella;
  •  100 gr di prosciutto cotto;
  • 1 cipolla;
  • 50 gr di parmigiano;
  • olio extra vergine d’oliva,
  • sale e pepe.

Procedimento:

Iniziate a preparare tutti gli ingredienti, quindi salate i bocconcini di mozzarella e lasciateli sgocciolare dentro uno scola pasta; nel frattempo tritate la cipolla, pulite i fiori di zucca eliminando il pistillo senza però aprirli, perchè dentro i fiori andremmo a mettere i bocconcini. Per l’impasto, sbattete le uova con il parmigiano, il sale e il pepe; aggiungete la cipolla il prosciutto precedentemente tagliato a listarelle, e continuate a mescolare per amalgamare tutti gli ingredienti. Versate il composto in una teglia in ceramica, altrimenti foderate una teglia qualsiasi con della carta da forno bagnata e strizzata. Per ultimo distribuite in modo decorativo i fiori di zucca farciti con i bocconcini. Cuoci in forno già caldo a 180° per una ventina di minuti.

IMG_4580

buon appetito e alla prossima🙂

un bacio, Franci!