La colazione della domenica mattina.

IMG_6790

Anche se oggi siamo solo a mercoledì, quasi a metà settimana voglio proporvi una ricetta simpatica da proporre per la domenica mattina, visto che possiamo permetterci qualche coccola in più. Questi sono i maialini di pan brioche, una ricetta che ho trovato in un vecchio libro di mia madre.

Ingredienti per 12 mailini: 

  • 500 g. di farina manitoba;
  • 1 bustina di lievito di birra secco o un panetto di lievito birra (usate quello con cui vi trovate meglio);
  • la scorza grattugiata di un limone;
  • un pizzico di sale;
  • 2 uova;
  • 60 g. di burro;
  • 300 ml. di latte tiepido;
  • nutella,
  • zucchero di canna.

Procedimento: 

Se come me decidete di usare il lievito secco dovete semplicemente mescolarlo alla farina, se invece scegliete il panetto ricordatevi che dovete farlo sciogliere nel latte prima di incorporarlo alla farina. Formate la fontana al centro della farina e versatevi zucchero, la scorza del limone, il sale,  un uovo e il burro sciolto. Amalgamate il tutto aggiungendo un po’ alla volta il latte. Lavorate l’impasto sul tavolo da lavoro infarinato per almeno 10 minuti, allargandolo con i pugni chiusi, riavvolgendolo e sbattendolo sul tavolo, fino a quando non risulterà un impasto compatto e liscio.

A questo punto sistematelo in una terrina infarinata coperto con un panno e fatelo lievitare fino a quando il suo volume non sarà il doppio, almeno un ora e mezza due.

Infarinate il tavolo, stendete la pasta con il mattarello fino ad ottenere una sfoglia di 5 mm di spessore. Con uno stampino rotondo ritagliatevi 24 dischetti con un diametro di 8 cm e altri 12 con un diametro di 4 cm. Dai ritagli modellate le orecchie.

Distribuite la nutella al centro di 12 dischetti grandi, spennellate i bordi con acqua e sovrapponete gli altri dischetti grandi rimasti. Con un altro po’ di nutella attaccate i dischetti piccoli a quelli grandi e formateci due buchini per le narici del nasino, con l’acqua invece attaccate le orecchie. A questo punto che i maialini hanno preso forma, sbattete l’uovo e spennellate ogni maialino ricoprendolo con un po’ di zucchero di canna.

Disponete i maialini nelle teglie da forno foderate con la carta e fatele lievitare ancora per altri 30 minuti.

Cuocete per 10-15 minuti con forno preriscaldato a 180°.

IMG_6809

buon appetito e alla prossima🙂

un bacio, Franci!

Riso venere in crema di asparagi e gamberetti croccanti.

IMG_6997

Oggi è una di quelle giornate in cui mi sento triste senza un motivo, così ho deciso di raccontarvi la scampagnata di qualche giorno fa assieme a mio padre e i nostri amici a quattro zampe. Ovviamente è stata una giornata produttiva, non solo per il piacere di stare all’aria aperta ma anche per aver trovato questo meraviglioso mazzo di “fiori” 😀

IMG_6980E’ sempre bello portare a casa qualcosa raccolto con le proprie mani, si ha una doppia soddisfazione nel preparare una pietanza. Durante questo percorso, sto imparando che le materie prime sono importanti, sopratutto rispettare la stagionalità e la freschezza. Amo cucinare, mi rende così sicura. Ma adesso come sempre divento chilometrica nel raccontarvi le cose, quindi vi lascio alla ricetta, vi avviso in anticipo che è abbastanza calorica e un po’ lunghetta nella preparazione, ma vi assicuro che ne varrà la pena. Mi scuso in anticipo se negli ingredienti non sono presenti le dosi, ma quando sperimento raramente peso, vado sempre a sentimento 😀

 Ingredienti: 

  • riso venere precedentemente ammollato per 5 ore circa;
  • asparagi puliti e lessati;
  • yogurt greco;
  • parmigiano reggiano;
  • latte intero;
  • sale e olio extra vergine d’oliva q.b;
  • aglio;
  • burro;
  • gamberetti già sgusciati;
  • pancetta;
  • cipolla rossa;
  • aceto,
  • zucchero di canna.

Procedimento:

In una padella riscaldate dell’olio e aromatizzatelo con lo spicchio d’aglio sbucciato e diviso a metà, fateci rosolare gli asparagi precedentemente lessati (senza sale, il sale verrà aggiunto solo nella fase finale, quando saranno già crema, in quanto il sale ha la capacità di far fuoruscire tutta l’acqua presente negli alimenti e a noi l’acqua serve per poterli frullare bene ), e tagliati a pezzi. A questo punto possiamo iniziare a frullare con il mixer a immersione, aggiungendo prima lo yogurt, il parmigiano e alla fine il late (regolatevi voi a seconda della consistenza che volete dare alla crema, se più o meno densa). Ora assaggiate e aggiustate di pepe e sale.

Ora è il turno dei gamberi e della cipolla i agrodolce. Per quanto riguarda i gamberi, sgusciati e privati dell’intestino andranno involti nella pancetta e poi fateli cuocere in una padella calda, fino a quando la pancetta non sarà ben croccante. Le cipolle invece andranno affettate molto sottili, e fate appassire in una padella calda con un po’ di acqua, aggiungete lo zucchero e l’aceto. Scolate il riso e mantecatelo con del burro e del parmigiano.

E’ ora di impiattare…

IMG_6999

buon appetito e alla prossima🙂

un bacio, Franci!

Bavette con carciofi, bottarga e besciamella allo zafferano.

IMG_6522

Signore e signori, amanti della cucina e non, oggi  vi presento un primo piatto della recente tradizione della mia Sardegna, con una mia piccola rivisitazione. Sicuramente un piatto facile veloce, ma di grande effetto e sapore.

Ingredienti:

  • pasta tipo bavette;
  • carciofi tipo spinoso sardo;
  • uno scalogno;
  • aglio;
  • coriandolo;
  • bottarga di muggine;
  •  limone;
  • zafferano;
  • 50 g. burro;
  • 500 ml. di latte intero,
  • 50 g. farina.

IMG_6520

Procedimento:

Iniziare mondando i carciofi, eliminando le foglie più esterne fino ad arrivare a quelle più morbide a questo punto con un coltello eliminare semplicemente le punte, dividere il carciofo a metà ed eliminare la paglietta nel cuore. Non si butta nulla, quindi pulite anche il gambo dalla parte legnosa superficiale; tagliate il carciofo e lo scalogno in fettine molto sottili e fateli cuocere nel olio caldo precedentemente insaporito con l’aglio in camicia, fino a quando il carciofo non risulterà morbido ma non sciupato.

A questo punto iniziate preparando la besciamella. In un pentolino lasciate fondere il burro, unite la farina e mescolate con la frusta per evitare la formazione di grumi; versate ora il latte tutto in una volta e freddo, continuando a mescolare fino a quando non inizierà a bollire. Aggiustare di sale e aggiungere lo zafferano, coprire e lasciare cuocere a fuoco lento, mescolando ogni tanto fino a quando la salsa non apparirà del tutto densa e vellutata. La consistenza non dev’essere del tutto densa, in quanto dovremmo usare la besciamelle per mantecare la pasta, quindi se vi uscirà troppo soda aggiungete altro latte.

Tagliare la bottarga in fettine molto sottili. Scolare la pasta e aggiungerla i carciofi, mantecare sempre fuori dal fuoco quindi tutti gli ingredienti devono essere ben caldi, aggiungere la besciamella poco alla volta fermandovi a vostro piacimento, a questo punto aggiungete anche la bottarga. Il piatto a questo punto è finito pronto da servire, spolverate un po’ di coriandolo e la scorza del limone sul piatto da servire.

IMG_6447

buon appetito e alla prossima🙂

un bacio, Franci!

Frolla al cioccolato e meringa.

IMG_6901

Oggi vi propongo una delle basi della pasticceria più utilizzata nella nostra nazione, la pasta frolla. Una ricetta facilissima ma che fa sempre una buonissima figura 😉

Un impasto formato da farina, zucchero, burro, tuorli e aromi; dove la somma del peso dello zucchero e del burro dev’essere equivalente al peso della farina. Il burro è l’unico ingrediente che può variare di percentuale, dev’essere sempre freddo di frigorifero e bisogna stare attenti a non scaldarlo con le mani perchè rende l’impasto friabile ed elastico.

Ovviamente di ricette ne esistono diverse, quella che vi propongo oggi io è una frolla al cioccolato ripiena di una crema al cioccolato e decorata con una meringa all’arancia.

Ingredienti per la frolla: 

  • 100 g. di burro freddo dal frigo tagliato a cubetti;
  • 200 g. di zucchero di canna;
  • 250 g. di farina;
  • 50 g. di cacao amaro in polvere;
  • 1 tuorlo d’uovo temperatura ambiente;
  • mezza bustina di lievito vanigliato per dolci,
  • la scorza grattugiata di un’arancia.

Ingredienti per la crema:

  • 5 tuorli;
  • 100 g. di zucchero;
  • 30 g. di maizena;
  • 500 ml. di latte,
  • 90 g. di cioccolato fondente.

Ingredienti per la meringa cruda da gratinare:

  • 150 g. di albumi;
  • 100 g. di zucchero;
  • qualche goccia di succo di limone;
  • la scorza grattugiata di due arance;
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo,
  • 1 pizzico di sale.

Procedimento: 

Iniziamo preparando la frolla poiché dovrà riposare almeno una mezz’ora. Unite la farina, il cacao, lo zucchero, un pizzico di sale, il lievito e la scorza amalgamando bene il tutto. Formare la fontana al centro e unirvi il burro e il tuorlo; iniziate a impastare usando solo i polpastrelli, solo all’ultimo usate anche il palmo della mano, questo per evitare di scaldare troppo il burro. Se come me decidete di usare lo zucchero di canna, lavoratelo a parte con l’uovo, così facendo si scioglierà prima. A questo punto avvolgete la frolla in un foglio di cellophane e lasciatela riposare.

11024652_1552930911623597_5599028750140210385_n

Per la crema, iniziate riscaldando il latte, in una ciotola a parte frullate le uova con la maizena così da non ottenere grumi in seguito. A questo punto aggiungete un mestolo di latte caldo alla volta, alle uova e mescolate per bene fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Unite il composto al late caldo, rimettete nel fuoco e girate fino ad ottenere la crema; aggiungete il cioccolato e lasciatelo fondere con il caldo della crema.

Preparare la meringa, separando gli albumi dai tuorli e frullarli con lo zucchero semolato, il limone, il sale e la scorza, ottenendo un composto compatto lucido e appiccicoso. Trasferire il tutto in una sacca da pasticcere con un beccuccio dentellato.

A questo punto, che tutti gli ingredienti sono pronti, possiamo iniziare a stendere la frolla e foderare la teglia. Bucate la frolla con una forchetta e ricopritela con un foglio di carta da forno e dei legumi secchi per evitare che si gonfi, e infornatela per 10 minuti a 180°. Dopodiché farcitela con la crema e la meringa (sopra la meringa spargete lo zucchero a velo prima di infornare la torta), e infornatela fin quando la meringa non prenderà colore.

IMG_6893

buon appetito e alla prossima🙂

un bacio, Franci!