I “primi” sapori d’autunno..

IMG_5570

Oggi voglio presentarvi la prima ricetta autunnale dell’anno, un unico piatto composto da tre strati differenti. Un primo strato di crema di zucca, un secondo strato formato dai cinque cereali e in cima un buonissimo uovo in camicia, il tutto decorato e insaporito con del prosciutto croccante e funghi arrostiti.


crema di zucca:

Ingredienti:

  • 1 cipolla;
  • 250 gr di zucca;
  • 4 foglie di basilico;
  • olio q.b,
  • sale.

Procedimento:

Nella padella ben calda, fate soffriggere le cipolle, inizialmente lasciate che facciano fuoriuscire la propria acqua di vegetazione e poi successivamente aggiungete l’olio. Nel frattempo sbucciate la zucca e tagliatela a dadini  non troppo grandi. Unite quindi anche la zucca alla cipolla e cuocete, anche aggiungendo dell’acqua all’occorrenza. Quando la zucca risulterà morbida, spegnete il fuoco, aggiungete le foglie di basilico, salate e frullate aggiungendo un filo d’olio.


Preparate ora la base di carboidrati, io ho scelto i 5 cereali, un misto di farro, orzo, avena, grano e riso. Gli ho bolliti e conditi con dell’olio d’oliva e del parmigiano.

Cuocere il prosciutto crudo e i funghi:

Per rendere il prosciutto ben croccante potete farlo cuocere nel forno o in una padella. Io ho usato una padella dove ho fatto prima cuocere il prosciutto nel suo grasso e poi ho aggiunto qualche goccia di olio per farlo friggere un po’. Per cuocere i funghi, tagliati precedentemente a fettine molto sottili, ho usato la stessa padella senza aggiungere però l’olio.


Fare l’uovo in camicia:

Per questa ricetta ho scelto l’uovo in camicia, perché volevo un legame tra il primo e il secondo strato, visto che i 5 cereali non li ho conditi con nessuna salsa, così rompendo l’albume rappreso, il tuorlo morbido avrebbe avvolto i carboidrati unendo anche il primo strato. Per preparare l’uovo in camicia non si usano grassi aggiunti, quindi risulta un piatto sano ma nello stesso tempo molto gustoso. In una pentola larga ma non molto alta far bollire dell’acqua, senza aggiungere il sale, quando inizierà a sobollire abbassate il fuoco, e con il manico di un mestolo in legno girate l’acqua fino a formare un mulinello, quindi rompete l’uovo e gettatelo nell’acqua. Contate fino a 3 minuti e l’uovo è pronto.


E’ ora di Impiattare…

IMG_5606 IMG_5604

buon appetito e alla prossima🙂

un bacio, Franci!

Vellutata di patate dolci

Rassegnamoci l’inverno è alle porte, la cosa brutta e che quest’anno di estate ne ha fatta ben poca, quindi è come se fosse stato perennemente autunno! Comunque la cosa positiva dell’inverno e del freddo sono i cibi e le pietanze che si possono mangiare, calde, profumate e caloriche 😀

La ricetta che voglio proporvi oggi è una vellutata di patate dolci, insaporita dalla paprika e dall’erba cipollina ma resa croccante e saporita dalla pancetta affumicata e dai crostini all’aglio. Vi lascio ora alla ricetta.

Ingredienti:

  • una patata dolce bella grande;
  • una noce di burro;
  • un porro;
  • 1l di brodo vegetale;
  • un cucchiaino di paprika forte;
  • una bustina di zafferano;
  • sale q.b;
  • pancetta affumicata;
  • pane tipo pasta dura,
  • erba cipollina.

Procedimento:

Iniziate preparando tutti gli ingredienti, spellate e tagliate la patata, tritate il porro, affettate il pane come più preferite, io solitamente lo faccio a cubetti e poi preparate il brodo. Iniziate ora a far rosolare il porro in un filo d’olio e il burro, lasciandolo cuocere per almeno una decina di minuti. Nel frattempo potete accendere il forno e farlo riscaldare a 180° gradi. In una teglia disponete la pancetta e il pane che precedentemente avete condito con dell’aglio, uniteci un filo d’olio e lasciatelo cuocere in forno fino a che la pancetta e il pane non saranno diventatati croccanti. Ora che il porro si è rosolato aggiungete la patata e poco alla volta il brodo, coprite con il coperchio e lasciate cuocere fino a quando le patate non saranno morbide. Aggiungete lo zafferano e frullate il tutto con il mixer a immersione, fino ad ottenere una crema liscia, non dimenticatevi di assaggiare e aggiustare di sale, aggiungete poi la paprika e mescolate fino a che non si sarà ben amalgamata alla vellutata. Se la crema vi risulta molto densa aggiungete poco brodo.

Impiatatte quindi versando la vellutata il un piatto fondo o una ciottolina se preferite, guarnendo con un filo d’olio, i crostini e la pancetta una spolverata di paprika e di erba cipollina. E voilà il piatto è pronto da gustare.

IMG_5110

buon appetito e alla prossima 🙂

un bacio, Franci!

Curry di Pollo

Pronte le valigie? perché stiamo per andare a visitare l’India, un posto meraviglioso ricco di cultura e colori bellissimi. E quale piatto più appropriato se non il Curry per farci viaggiare con la fantasia? quindi occhi chiusi e su’ con le forchette perché si parte.

La cucina indiana si identifica nel mondo per il modo di porsi, un esempio banale ma che caratterizza questa terra e la sua cultura, è che si mangia con le mani, con la mano destra più precisamente, in quanto si deve avere anche un rapporto tattile non solo di nutrimento con il cibo, si usa la mano anche per sentire il grado di cottura e calore con il cibo, quindi se riesco a tenere il cibo in mano posso tranquillamente mangiarlo senza paura di scottare la bocca. In India si mangia seduti per terra, l cibo è trattato con molto rispetto. Non si parla mentre si mangia e non si interrompe il pasto per fare qualcos’altro. Il pasto non è suddiviso in portate, ma è costituito da un piatto unico: cibi e salse vengono disposti tutto intorno al piatto, mentre nel mezzo si mette un mucchietto di riso o di pane. La cucina indiana viene classificata in base alla zona di provenienza, se viene dal nord si usa molta carne e meno spezie, mentre se viene dal sud si trova una cucina vegetariana ma molte spezie.

Dopo questa breve parentesi, vi lascio alla mia ricetta, una rivisitazione del Curry di pollo 😉

Ingredienti:

  • 500 gr di pollo;
  • aglio;
  • cipolla;
  • maizena;
  • 100 gr di peperoncini rossi freschi privati dai semi ( per intenderci quelli che si fanno ripieni con il tonno);
  • 1 bustina di zafferano;
  • 1 cucchiaino di curcuma;
  • 1 cucchiaino di noce moscata;
  • pepe nero;
  • 1 cucchiaio di curry;
  • un brodo vegetale o vino bianco;
  • olio e sale q,b.

Procedimento:

In una padella, io ho utilizzato il wok, fate soffriggere con dell’olio la cipolla e l’aglio, che potete tenere sia intero quindi per far IMG_5048insaporire l’olio, oppure tritato da mischiare a tutti gli altri ingredienti . Aggiungete quindi i peperoncini tagliati a fette sottili e salate, quando i peperoncini saranno leggermente passiti potete aggiungere tutte le spezie tranne lo zafferano e il pepe, mescolate e mantecate con un po’ di vino o del brodo a vostra scelta. Quando il liquido si sarà ristretto e le spezie si saranno unite tra loro aggiungete il pollo precedentemente tagliato e infarinato nella maizena, fatelo rosolare. A questo punto aggiungete il pepe e salate la carne, quindi lo zafferano e un altro po’ di brodo,lasciate cuocere con il coperchio una decina di minuti, gli ultimi due minuti di cottura fateli però senza il coperchio così da far evaporare l’acqua che si è formata. Non appena vedete che si è formata una crema bella densa potete spegnere il fuoco e servire il vostro pollo, che potete accompagnare con del riso o semplicemente del pane.

buon appetito e alla prossima

                                                                                 🙂           un bacio, Franci!          

IMG_5049


Con questa ricetta partecipo al contest di Ostriche dal titolo ” IN VIAGGIO A TAVOLA”  che ho trovato molto interessante, sopratutto perché rispecchia perfettamente il mio blog. image1

Quiche di zucchine

Alzi il mestolo, chi non ha mai provato a fare la Quiche Lorraine? 😀 tre semplici ingredienti che però si uniscono in un piatto veramente goloso, sopratutto per chi ama le torte salate. Oggi però volevo presentarvi una mia variante della regina delle torte salate, quindi sostituendo la pancetta con degli involtini di zucchina. Ora vi lascio alla ricetta!!

Ingredienti:

  • 1 confezione di pasta brisè già pronta;
  • 1 uovo;
  • formaggio tipo asiago;
  • panna da cucina;
  • 1 zucchina;
  • capperi;
  • acciughe;
  • noce moscata,
  •  sale e pepe.

Procedimento:

IMG_4734 IMG_4735

IMG_4737 IMG_4742

Come primo passo, tagliare la zucchina a fettine, e friggerle in olio. Quindi preparare gi altri ingredienti: stendere la sfoglia in una  teglia da forno; tagliare il formaggio in fettine sottili, servirà per fare gli involtini che andranno messi poi nella torta. Preparare anche l’impasto in una ciotola a parte con le uova, la panna, la noce moscata il sale e il pepe. Ora che gli ingredienti sono pronti, possiamo iniziare a fare gli involtini; sopra una fettina di zucchina mettere un pezzo di formaggio un cappero e un acciuga, mettere così l’involtino dentro la teglia, continuando così fino a riempire la teglia e versare l’impasto. Infornare quindi la quiche a 170° per 20 minuti, prima di servirla, fatela riposare una decina di minuti.

IMG_4746

buon appetito e alla prossima 🙂

un bacio, Franci!